Masturbazione: tutto quello che c’è da sapere sull’autoerotismo

bondage sessualità cosa è come si fa
Bondage: la trasgressione per aumentare il piacere sessuale
06/10/2020
zone erogene come stimolare piacere sessuale
Zone erogene: i punti hot per stimolare il piacere sessuale
06/24/2020
masturbazione fa bene

La masturbazione fa bene al corpo e alla mente. Nella sessualità non c’è normalità e non ci sono regole, qualsiasi cosa riguardi il nostro corpo e il nostro piacere sessuale, può portare solo al benessere psico-fisico.

È sbagliato pensare che masturbarsi sia un atto impuro, dobbiamo ascoltare la nostra libidine e lasciarci andare.

In cosa consiste l’attività onanistica

La masturbazione (o onanismo) è una pratica autoerotica e si effettua stimolando, con le mani o con sex toys, i propri organi sessuali (genitali) e altri parti del corpo (seno, capezzoli, ano, pene, parti interna delle cosce) per ottenere il piacere sessuale. È un atto individuale per scoprire sé stessi e non va assolutamente a sostituire quello che può essere il rapporto di coppia. Non c’è una frequenza precisa, ci sono persone che si masturbano tutti i giorni, chi non lo fa mai, tutto dipende dal proprio bisogno fisico.

Nonostante sia considerata dai tanti un argomento e una pratica tabù, l’autoerotismo ha origini antiche. Il filosofo Diogene il Cinico si masturbava in luoghi aperti e si narra abbia detto: “Raggiungerei la pace perfetta se potessi soddisfare nello stesso modo con una frizione il mio stomaco quando si lamenta per la fame”.

Quello che ho notato, sia per esperienza personale, sia per il fatto di essermi documentato prima di parlavi della masturbazione, è che chi vive la propria sessualità in totale libertà si sente meglio sotto ogni punto di vista.

Masturbazione: benefici e rischi

 

La masturbazione fa bene e non genera alcun danno fisico. Aumenta la nostra libido, ci aiuta a scoprire quali sono le stimolazioni che ci piacciono maggiormente. In questo modo sapremo cosa ci fa meglio godere durante un rapporto sessuale e sapremo indirizzare il nostro partner.

L’attività onanistica fa parte della vita quotidiana (soprattutto di quella maschile) e non c’entra nulla con la fedeltà o con i sentimenti.

Sfatiamo il mito che l’auto-stimolazione dei propri genitali comporta dei rischi. A parte una forte dipendenza che potrebbe essere sinonimo di un disagio profondo, non ci sono rischi accertati scientificamente.

I benefici della masturbazione:

Aiuta a conoscere il proprio corpo e a scoprire quali sono le nostre zone più sensibili all’eccitazione, a capire cosa chi piace e cosa no. Di conseguenza, guidando il nostro partner, migliora il sesso di coppia.
Allevia lo stress, facendo aumentare il buon umore, grazie all’ossitocina e alla dopamina che vanno in circolo nel nostro organismo con la masturbazione.
Concilia il sonno grazie al rilascio durante l’orgasmo di endorfine, catecolamine, ormoni e citochine.
Migliora la muscolatura pelvica sia maschile che femminile, facilitando gli orgasmi.
Mantiene il cuore allenato diminuendo il rischio di patologie cardiache
• La masturbazione maschile diminuisce il rischio di avere il tumore alla prostata. Il ricambio frequente di liquido seminale e prostatico, infatti, evita infiammazioni e infezioni.
Riduce i dolori mestruali, è consigliata la masturbazione anche nei giorni del ciclo in caso di forti dolori.
• L’autoerotismo abbassa il rischio di cistite e aiuta a prevenire le infezioni delle vie urinarie.
Aumenta la qualità degli spermatozoi presenti nello sperma.
• La masturbazione favorisce l’aumento di globuli bianchi nel sangue, di conseguenza rafforza il sistema immunitario.
Serve a contrastare la disfunzione erettile e la eiaculazione precoce.

Masturbazione maschile per il proprio benessere

Tutti gli uomini si masturbano per un benessere fisico e psicologico. C’è chi lo fa ogni giorno, chi solo in periodi di forte stress. L’onanismo maschile non è solo una pratica piacevole, ma è fondamentale per svuotare periodicamente le ghiandole dell’asse genitale per evitare la prostatite, soprattutto se non si hanno rapporti di coppia.

Anche gli uomini sposati o fidanzati si masturbano se la vita sessuale di coppia non è soddisfacente, o se si vuole evitare un tradimento durante i periodi di crisi.

Tecniche masturbazione maschile

Con l’atto masturbatorio viene simulata l’attività sessuale, con la differenza che è l’uomo stesso a usare la propria fantasia, aiutandosi spesso con dei video sessuali o delle immagini sexy di donne che desiderano tanto.

Tra le principali tecniche di masturbazione maschile c’è il gioco di mano: l’uomo si tocca il proprio membro con movimenti lunghi e verticali, e nel mentre si tocca anche lo scroto. Alcuni bagnano il glande con del lubrificante eccitante, ritardante, riscaldante o semplicemente con la propria saliva.

La prostata è la zona erogena maschile più sensibile. Con il massaggio prostatico, si stimola il cosiddetto punto L per raggiungere il proprio piacere. Questa tecnica si effettua solo per via anale, ecco perché molti non la preferiscono, alcuni invece usano dei vibratori prostatici.

I tempi di masturbazione sono soggettivi, variano in base all’eccitazione, alla condizione fisica e al tempo a disposizione.

Quello che non sai sulla masturbazione femminile

L’autoerotismo femminile è ancora un tabù, solo poche donne ammettono di masturbarsi. Forse per vergogna o per senso di colpa. Questa pratica serve per stare in armonia con il proprio corpo e non c’è nulla di sbagliato nel farlo.

La masturbazione femminile quando si è sole, non va vissuta come un modo per riempire la mancanza di rapporti sessuali, ma come un momento per provare piacere intenso.

Diversi studi dimostrano che le donne che si masturbano hanno una vita sessuale più attiva e soddisfacente. Ecco perché è importante, soprattutto per le donne che non hanno mai provato un orgasmo. Purtroppo, diverse volte, nonostante l’intensità e il coinvolgimento sessuale, molte donne non raggiungono l’orgasmo durante il rapporto.

Le donne amano sentirsi coccolate e con l’autoerotismo riescono ad arrivare dove molto uomini non arrivano, provano piacere, conoscono il proprio corpo e il famigerato punto G.

Masturbazione femminile tecniche

Prima di procedere con la masturbazione, consiglio alle donne di creare atmosfera con candele, oli profumati e musica soft. La donna, si sa, ha più difficoltà a rilassarsi rispetto all’uomo.

Il clitoride e la vagina sono i punti più sensibili dell’apparato genitale femminile. La maggior parte delle donne prova piacere stimolando clitoride e capezzoli.

Le tecniche di masturbazione femminile possono essere eseguite manualmente o con i sex toys:
• usando le dita in posizione distesa o seduta, si stimola il clitoride e la vulva con carezze e piccoli sfregamenti. Bisogna mantenere il ritmo e l’intensità che procurano più piacere, fino a raggiungere l’orgasmo. Alcune donne simulano la penetrazione con le dita.
• vibratori e stimolatori del clitoride sono dei sex toys efficaci per l’autoerotismo e la penetrazione vaginale.

Queste tecniche masturbazione femminile non sono standard e perfette per tutte le donne. Ogni donna prova piacere con diverse stimolazioni e intensità. Sicuramente il clitoride e le zone intorno sono le parti della vulva più sensibili per provare piacere.

La donna deve trovare una posizione rilassante e provocare il proprio corpo al piacere.

La masturbazione di coppia aumenta l’intesa sessuale

Nelle coppie è importante la masturbazione reciproca, è un gioco d’amore che innalza l’affiatamento, il desiderio e l’intesa sessuale. Non è assolutamente una pratica da rinnegare, anche i sessuologi la consigliano e la considerano una pratica sessuale vera e propria.

Condiviso con il proprio compagno, l’onanismo è un momento di complicità e fiducia. Osservare il proprio partner mentre si tocca, aiuta a capire quali sono le sue principali zone erogene per raggiungere il piacere estremo.

Nei rapporti a distanza la masturbazione fa bene, è di supporto non solo al benessere psico-fisico ma evita anche il tradimento a causa della solitudine.

Consiglio la masturbazione alle coppie, rafforza la sicurezza a letto e migliora la felicità di coppia.

Autoerotismo: riflessioni di un Gigolò

La masturbazione ci aiuta a scoprire come funzioniamo sessualmente e quali sono le cose che ci piacciono di più, così da poterle comunicare al proprio partner. In questo modo il sesso diventa funzionale.

Va presa come un gioco, un gioco che ci procura benessere. È uno svago, un modo per rilassarsi. Migliora il nostro umore, soprattutto quando non si ha un partner fisso.

C’è chi si masturba regolarmente e chi no, dipende dall’energia sessuale che si ha internamente. È un aiuto per la donna a capire i suoi punti più caldi e sensibili favorevoli all’orgasmo. Per l’uomo è una questione più fisiologica, infatti l’andrologo consiglia la eiaculazione ogni tre giorni.

Nonostante sia un Gigolò, pratico la masturbazione regolarmente. Quando lo racconto alle mie clienti restano basite. Ripeto non c’è nulla di male, anzi migliora la nostra psiche.

Fate attenzione a non cadere nella masturbazione compulsiva, si rischia di estraniarsi dal sesso reale che si fa fisicamente con una persona. Rifugiandosi nella masturbazione non si riesce più ad entrare nella sessualità condivisa.

Cosa pensi della masturbazione? Lascia un commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.